Rimozione e smaltimento amianto, rifacimento coperture.

Edilitam ha ottenuto le qualifiche per affrontare tutte le problematiche legate alla gestione dei materiali contenenti Eternit e Amianto in matrice compatta e friabile come coperture, canne fumarie, pavimenti in linoleum, intonaci e bonifica ambienti contaminati da amianto ed eternit.

La nostra esperienza viene così messa al servizio di chi, privato, condominio o impresa, abbia l’esigenza di rimuovere e smaltire amianto ed eternit nel pieno rispetto delle normative vigenti, facendoci anche carico del complesso iter burocratico al fine di ottenere le necessarie autorizzazioni dagli enti competenti.
Una vasta gamma di servizi sia per quanto riguarda le criticità legate ai depositi di amianto a matrice compatta, sia per quanto concerne le contaminazioni dovute alla presenza di amianto a matrice friabile.
Nel primo caso l’azienda interviene tramite incapsulamento o rimozione del materiale, nel secondo invece attraverso confinamento statico e dinamico dell’area da bonificare.

Abbiamo maturato un’esperienza pluriennale in questo settore e nella ristrutturazione e montaggio di coperture con l’utilizzo di materiali prefabbricati come pannelli e lastre metalliche coibentate e non.

Edilitam ha recentemente ottenuto la certificazione ISO 9001:2008 n. 425/16/Q

Inoltre è affiliata con:

Edilitam è anche azienda partner per bonifiche standard a prezzi convenzionati con il
Comune di Ospitalettoospitaletto

 Amianto smaltito
331.580,00 Kg

Articoli Recenti

Amianto in condominio, bonus 65% per la bonifica. La novità in un emendamento al ddl Bilancio 2017

Pubblicato il 13 novembre 2016

La bonifica dell’amianto entra nei bonus per la riqualificazione energetica dei condomìni. Lo prevede un emendamento al disegno di Legge di Bilancio 2017, approvato ieri.

Ecobonus e bonifica dell’amianto

Gli interventi di rimozione dell’amianto dalle parti comuni degli edifici condominiali potranno usufruire della detrazione fiscale del 65%. Il valore massimo della detrazione sarà 100mila euro. Saranno ammesse al bonus le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018.

La norma prevede però un paletto. Le bonifiche dovranno far parte di un intervento di miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio. Questo significa che il progetto complessivo dovrà essere diretto all’efficientamento energetico del condominio e al suo interno si potrà prevedere anche la rimozione dell’amianto.

Bonifica dell’amianto, le altre misure in campo

Tra le altre iniziative per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto ricordiamo gli incentivi per le imprese.

Alle aziende che nel 2016 hanno effettuato o intendono completare interventi di bonifica dall’amianto sui loro beni e strutture produttive è riconosciuto un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute. La spesa complessiva per il progetto di bonifica deve essere compresa tra 20mila e 400mila euro. Interventi con un costo inferiore o superiore non sono ammessi all’agevolazione. La misura sta per partire. Mercoledì 16 novembre ci sarà il click day per richiedere l’agevolazione.

Fonte : www.edilportale.com/news/2016/11/

Dal 16 novembre al via le domande per il Credito d’Imposta Amianto: 50% di agevolazione sulle spese per interventi di bonifica

Pubblicato il 20 ottobre 2016

Dal 16 novembre, registrandosi a partire dal 27 ottobre, sarà possibile inviare la domanda al Ministero dell’ambiente per richiedere un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute per interventi di bonifica dell’amianto su beni e strutture produttive, effettuati e conclusi tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2016. Il bonus sarà usufruibile, a partire già da gennaio 2017, in tre quote annuali di pari importo, fino al 2019. Le domande saranno verificate e accolte secondo l’ordine di presentazione e sino all’esaurimento del limite di spesa complessivo.

Lo ha stabilito il tanto atteso Decreto Attuativo pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 17 ottobre dove si afferma che, con un finanziamento complessivo di 17 milioni di euro, il credito d’Imposta verrà concesso solo alle aziende che avranno svolto e concluso interventi pari almeno a 20.000 euro di rimozione e smaltimento dell’amianto presente in coperture e manufatti di beni e strutture produttive ubicati sul territorio nazionale, nel rispetto della normativa ambientale e di sicurezza nei luoghi di lavoro.
In particolare sono eleggibili le spese di rimozione e smaltimento (non per il semplice incapsulamento o confinamento), anche previo trattamento in impianti autorizzati, di:
1) lastre di amianto piane o ondulate, coperture in eternit;
2) tubi, canalizzazioni e contenitori per il trasporto e lo stoccaggio di fluidi, ad uso civile e industriale in amianto;
3) sistemi di coibentazione industriale in amianto.

Sono inoltre ammesse le spese di consulenza professionali e di perizie tecniche nei limiti del 10% delle spese complessive sostenute, non oltre i 10.000 euro per progetto di bonifica.

Saranno finanziati solo gli interventi conclusi, quelli di cui l’impresa può comprovare i pagamenti effettuati e l’avvenuto smaltimento in discarica dell’amianto entro il 31 dicembre 2016. Il credito d’imposta non è cumulabile con altre agevolazioni godute dall’impresa relativamente alle stesse voci di spesa.

Gli uffici di Edilitam srl restano a disposizione per qualsiasi chiarimento.